Archivi categoria: Uncategorized

21/1 ore 21.00 – Alberto Pellai a Parma

Il 21 gennaio, giovedì della prossima settimana, alle ORE 21 presso l’Auditorium del Centro Pastorale (Seminario Minore, Viale Solferno 25 Parma) avremo fra di noi il Dott. Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva.

Terrà una serata di formazione e confronto dal titolo “Tutto Troppo Presto. Il ruolo degli adulti di fronte alla accelerazione della crescita dei giovanissimi”.

Crediamo sia una opportunità importante per tutti i genitori e gli educatori. Ci sarà poi l’opportunità di proseguire la riflessione in un confronto a piccoli gruppi la sera di giovedì 4 febbraio, nella stessa sede.
Vi Attendiamo; vi chiediamo anche di diffondere questo invito a tutti coloro che ritenete possano essere interessati.
Leggi tutto l’articolo

BANDO di CONCORSO “UN’IMMAGINE PER CITTADINANZA DIGITALE”

IL DIRIGENTE SCOLASTICO dell’IC Montebello

VISTA la delibera n.5 adottata dal Consiglio di Istituto in data 14 dicembre 2015;

BANDISCE

un concorso denominato “Un’immagine per Cittadinanza Digitale” avente come finalità l’acquisizione di una proposta grafica da utilizzare come immagine del profilo del sito del progetto “Cittadinanza Digitale a scuola”. Il bozzetto prescelto potrà essere riprodotto su manifesti, locandine, sito web ed altro materiale pubblicitario.

OGGETTO: Gli elaborati dovranno essere assolutamente originali. Per la realizzazione degli stessi si possono utilizzare disegni, forme, colori, caratteri e tecniche in modo assolutamente libero, purché funzionale a identificare l’oggetto del concorso.

DESTINATARI: Possono partecipare al Concorso tutte le classi di tutte le scuole che partecipano al progetto.

Leggi tutto l’articolo

F. Pagnotta (a cura di), Linguaggi in Rete. Conoscere, comprendere, comunicare nella Web society,

Copertina Linguaggi in Rete (1)

F. Pagnotta (a cura di), Linguaggi in Rete. Conoscere, comprendere, comunicare nellaWeb society, con un’intervista introduttiva di Giacomo Rizzolatti, Collana Studi, Mondadori Education-Le Monnier Università, Milano-Firenze 2015.

Il volume affronta in una prospettiva interdisciplinare le maggiori problematiche sociologiche psicologiche pedagogiche giuridiche e culturali correlate alla relazione comunicativa tra esseri umani ai tempi del Web e delle nuove tecnologie digitali che sono entrate nelle vite di milioni di persone e che rischiano di modificare modi e significati attraverso i quali gli esseri umani hanno cercato di dare un senso a sé stessi e al mondo in cui vivono; si pensi al concetto di ‘amicizia’ quando una persona, giovane oppure adulta che sia, afferma ‘ho 300 amici su un social network’ … che significato può dare al termine amicizia?
Leggi tutto l’articolo

Fausto Pagnotta – Comprendere i linguaggi nel Web: una questione di consapevolezza tra storia, società, educazione

* scarica l’articolo in formato pdf

All’inizio del suo famoso testo del 1964 Understandig Media. The Extensions of Man, tradotto in italiano nelle edizioni de il Saggiatore con il titolo Capire i media. Gli strumenti del comunicare, Marshall McLuhan, uno dei massimi studiosi e teorici della comunicazione, scriveva con lungimirante sensibilità che «il “messaggio” di un medium o di una tecnologia è nel mutamento di proporzioni, di ritmo o di schemi che introduce nei rapporti umani» (McLuhan 20113 (1964), p. 30). Per McLuhan quindi la tecnologia può influenzare nel profondo le modalità e la qualità delle relazioni comunicative tra esseri umani.

Mai come in questa nostra epoca dominata dalla diffusione capillare di Internet e delle nuove tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione, l’affermazione di McLuhan ci deve indurre a non sottovalutare come queste tecnologie accolte ed accettate da milioni di persone nella propria quotidianità, spesso in modo passivo, quale dato di fatto inevitabile, stiano in realtà modificando in modo sistematico abitudini, stili di vita, comportamenti individuali e collettivi, nell’ambito della vita sia privata che pubblica, (sui condizionamenti esercitati sugli esseri umani dalla tecnologia informatica, da Internet e dalle tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione vd. ad es. Castells 20082 (1996); Castells 20103 (2001); Castells 20142 (2009); Longo 1998; Longo 20122; Andreoli 2007; Granieri 2009; Bosi 2011, pp. 62-68; Bosi 2013, pp. 245-257; Proserpio 2011; Bonifati Longo 2012), e soprattutto stiano favorendo nuove modalità di comunicazione con la produzione di nuove forme di linguaggio (vd. ad es. Pagnotta 2015). Nel processo comunicativo infatti si deve sempre considerare che l’introduzione di «un nuovo mezzo, non lascia mai immodificato il nostro modo di comunicare» (Bosi 2005, p. 261).

Leggi tutto l’articolo

Bullismo e volgarità su Whatsapp: il preside pubblica la chat degli alunni su Facebook

chat_parma1_scuola

Il dirigente dell’Istituto comprensivo Sanvitale-Salimbene ha diffuso le immagini di una discussione tra due alunni delle medie. E ha lanciato un appello ai genitori: “Non serve andare dal preside e chiedere cosa fa la scuola quando la vittima di turno non ha più il coraggio di uscire di casa. E’ troppo tardi. Cominciamo a fare qualcosa tutti. Ora”

“Bimbo minchia obeso”, “secchione di merda”, “faccia da vagina in calore”. Sono solo alcuni degli insulti di una discussione su Whatsapp tra alunni delle scuole medie dell’istiuto comprensivo Sanvitale-Salimbene, intercettata dagli insegnanti.
Il preside Pier Paolo Eramo ha deciso di pubblicare sulla pagina Facebook della scuola le immagini di alcuni stralci di questa “conversazione” (oscurando i nomi dei partecipanti), accompagnandole con uno sfogo: “Ci siamo stufati. Dopo molte esitazioni scelgo di pubblicare alcuni messaggi che due nostri alunni si sono scambiati su un gruppo Whatsapp di una delle nostre classi delle medie. Lo faccio perché siamo stufi. Siamo stufi di questo assurdo mondo parallelo che ci inquina; siamo stufi dell’uso sconsiderato e irresponsabile delle parole; siamo stufi dell’assenza degli adulti”, si legge nel post.
Leggi tutto l’articolo